Lessicografia della Crusca in rete

Query: +None - Tempo di Ricerca: 610 msec - Sono state trovate 25892 voci

La ricerca è stata rilevata in 104936 forme, per un totale di 77875 occorrenze

4° Edizione
Diz Giu. totali
102104 2832 104936 forme
76212 1663 77875 occorrenze
Ordinamento delle voci: alfabetico punteggio
160) Dizion. 4° Ed. .
FRIGIDISSIMO
Apri Voce completa

pag.531



1) id: 83acda7778c54dd28ac4bad866925801)
Esempio: Capr. Bott. 7. 142. Temperi alquanto con esso la frigidità del cervello, il quale ec. lo ha frigidissimo.
161) Dizion. 4° Ed. .
CALIDITÀ, CALIDITADE, e CALIDITATE.
Apri Voce completa

pag.512



1) id: 1a02c482eac24068aa433daae3e3581a)
Esempio: Capr. Bott. Quella calidità, che è accidente, se non avesse chi la reggesse, non verrebbe insino a te.
162) Dizion. 4° Ed. .
ERBACCIA.
Apri Voce completa

pag.292



1) id: 4098f81e0dd9428ca92e96820e4cb054)
Esempio: Capr. Bott. 4. 78. Aveva fatto un poema, che poteva simigliarsi veramente a un gran campo, ripieno di molte erbacce.
163) Dizion. 4° Ed. .
PRONUNZIA
Apri Voce completa

pag.743



1) id: 856f88ebbe844816911507e42c726cc6)
Esempio: Capr. Bott. 4. 76. Io dico bene, che io ho conosciuto alla pronunzia uno, se egli è Fiorentino, o no.


2) id: 860c4128c5b843f38574dabcf4181c97)
Esempio: Circ. Gell. 8. 184. Io ti conobbi alla lingua, che ogni provincia ha una pronunzia particolare, che non la può avere così appunto nessun altro, che non sia di quella.
164) Dizion. 4° Ed. .
IMMATERIALMENTE
Apri Voce completa

pag.729



1) id: 571a4c8803864123b20c4bd5c21b2007)
Esempio: Circ. Gell. 10. 244. Egli è ben vero, che cava queste sue cognizioni dalle sue imagini, che sono nella fantasía immaterialmente.
165) Dizion. 4° Ed. .
IRASCIBILE
Apri Voce completa

pag.916



1) id: 6e8486ba099d44da93770337d2fd4555)
Esempio: Circ. Gell. 7. 168. Coll'una delle quali quali noi raffreniamo quella parte dello appetito nostro, la quale è chiamata ec. irascibile.
166) Dizion. 4° Ed. .
GESTO.
Apri Voce completa

pag.591



1) id: 45d312b08975418295a6572247358a85)
Esempio: Circ. Gell. Il non supplicare, o sparger giammai prego alcuno verso quello, almanco con cenni, e con gesti miserabili, e pietosi.


2) id: fe92f92b06b04b978d7f05911c97933e)
Esempio: E Circ. Gell. altrove: Se non pare a' gesti, che e' fa, mentre io ragiono così da me stesso, che egli intenda tutto quello, ch'io dico.


3) id: 9db86e7801124b2bb5b127cd8bfaefe0)
Esempio: Ar. Fur. 1. 4. L'alto valor, e i chiari gesti suoi Vi farò udir, se vo' mi date orecchio.


4) id: ccf8f8779c7748e4aed55f73b856074e)
Esempio: E Ar. Fur. 41. 4. Ruggier com'in ciascun suo degno gesto D'alto valor, di cortesía solea Dimostrar chiaro segno, e manifesto.
167) Dizion. 4° Ed. .
PERITO
Apri Voce completa

pag.572



1) id: 7ae8d56f2a4e4440a40f0e584ee5bc47)
Esempio: Circ. Gell. 6. 157. E quegli, che sono molto periti, e valenti nella guerra, non sono ancor chiamati da voi forti?


2) id: 2053e0fc889841c8a5c69408942c9d65)
Esempio: Red. cons. 2. 61. Non si trovò ec. punto di sangue nè nelle vene, nè nelle arterie ec. ancorchè con grandissima diligenza da una mano perita, ed esperimentata vi fosse cercato.
168) Dizion. 4° Ed. .
MERCATURA
Apri Voce completa

pag.214



1) id: a31cba71157f446da4d0d231241c6fbd)
Esempio: Circ. Gell. 3. 79. De' cattivi temporali, della mala fortuna, della poca sicurtà de' mari, che non lasciavano esercitare la mercatura.
169) Dizion. 4° Ed. .
TREBELLIANA, o TREBELLIANICA.
Apri Voce completa

pag.150



1) id: 508957ea60494752aa0587d16eaa43d4)
Esempio: Gell. Sport. 3. 2. Vedi, non m'andar poi ingarbugliando con consigli di notaj, ch'ell'abbia ad aver la legittima, e la trebelliana.
170) Dizion. 4° Ed. .
DI VOGLIA.
Apri Voce completa

pag.226



1) id: b6ec6bd2ea9e438785762b61b82cf87e)
Esempio: Capr. Bott. 2. 24. Dio volesse, che io non facessi così ancora nell'altre cose, che io non so più nulla di voglia.


2) id: dedccdd493d54a9c9f2f9cc5020cd1ac)
Esempio: E Capr. Bott. 9. 183. Quando io mi ricordo il piacer grande, che io ritruovo nel dormire un sonno di voglia, ec.


3) id: d00279e92e7d406981895960fc8dcadd)
Esempio: Bemb. lett. Si tornerà al suo convento di bonissima voglia.


4) id: b1413ed894b8471293069824fa7a83c0)
Esempio: G. V. 12. 107. 4. Di buona voglia fece i sopraddetti tre degli ambasciadori cavalieri di sua mano.
171) Dizion. 4° Ed. .
FALLACISSIMO
Apri Voce completa

pag.335



1) id: 249aad3f1f13425ba0055216bcf97765)
Esempio: Circ. Gell. 2. 48. Puossi dipoi considerare la medicina come arte, e l'arti (come tu sai) nascono dall'esperienza, ed in questo modo ella è fallacissima.
172) Dizion. 4° Ed. .
STRANARE
Apri Voce completa

pag.766



1) id: 9f5561e7be524c9985f60c71687c4abb)
Esempio: Gell. Sport. 2. 2. Perchè se io la stranassi, ella è superba, ella si adirerebbe, ella rivorrebbe la dota sua, e fors'anche si rimariterebbe.
173) Dizion. 4° Ed. .
RACCATTATO.
Apri Voce completa

pag.30



1) id: 6fd0e10e8a154b32b05dde9c8f11ef7c)
Esempio: Gell. Sport. 5. 3. S'io non filassi poi anche ogni dì quatro, o cinque fusa, io sarei la mal raccattata.
174) Dizion. 4° Ed. .
RAGIONATIVO.
Apri Voce completa

pag.48



1) id: b248f33c22df4c35ba1d1588be5291ed)
Esempio: Gell. lett. 1. Lez. 10. 264. Nella nobilissima parte della quale anima umana egli dice esser più virtudi, delle quali una si chiama ec. scientifica, e un'altra ragionativa.
175) Dizion. 4° Ed. .
LEVATA
Apri Voce completa

pag.58



1) id: 25f95183b74849968737f6b0d38d9fa5)
Esempio: Capr. Bott. 5. 80. Ma che farò io poi? egli è tanto di quì a levata di sole, che mi rincrescerà.


2) id: fbd202f940004f528edfc295b34d9eb2)
Esempio: G. V. 11. 50. 2. Si partirono addì 7. d'Agosto con isconcia levata.


3) id: c339fc819068435ba8657056ca4cc77e)
Esempio: M. V. 2. 33. Avieno mandati in Mugello i cavalieri, ch'aveano, per danneggiargli, se potessono, alla levata.
176) Dizion. 4° Ed. .
IMPANNATO
Apri Voce completa

pag.735



1) id: 4a1a115cae0b487daceb2093ff9630b6)
Esempio: Capr. Bott. 7. 133. Tu potrai, usando qualche diligenzia, difendertene in casa co' fuochi, e colle finestre bene impannate.
177) Dizion. 4° Ed. .
RENELLA.
Apri Voce completa

pag.103



1) id: 79f4e56dadc84a52af3e038233bd6bf2)
Esempio: Capr. Bott. 10. 205. Ma di certe tosse, catarri, parletichi, renelle, e malattíe simili ec. che mi dirai tu?


2) id: bd07f11e6e494faabc52bf4853aaa2a7)
Esempio: Cas. lett. 63. Sopra le podagre mi son venute le renelle.
178) Dizion. 4° Ed. .
BURLA
Apri Voce completa

pag.487



1) id: b804d5702aeb4e4c86e106b5190f089b)
Esempio: Capr. Bott. 68. Ma lasciamo ire le burle, la grammatica, o per meglio dire il latino è una lingua.


2) id: 5a5e7a8b62f74447a15593ac22463c86)
Esempio: Buon. Fier. 1. 2. 2. Burlo talvolta, E talvolta anco tra la burla, e 'l vero ec. Passo oltre allo steccato Del dovuto rispetto.


3) id: 75d17edca8f042339bd4e0d21138a38b)
Esempio: Sen. ben. Varch. 1. 4. Se già tu non pensi, che favellando da burla, e per ischerzo, e con argomenti favolosi, e da dirsi a veglia dalle donne vecchie ec.
179) Dizion. 4° Ed. .
CRISTIANAMENTE
Apri Voce completa

pag.866



1) id: a77d6982bf834ef3ae13ca4de74743b1)
Esempio: Capr. Bott. Egli ha dato loro il lume della fede, per lo quale e' si son poi morti cristianamente.