Lessicografia della Crusca in rete

Query: +None - Tempo di Ricerca: 534 msec - Sono state trovate 5118 voci

La ricerca è stata rilevata in 15478 forme, per un totale di 10360 occorrenze

5° Edizione
Diz Giu. totali
15478 0 15478 forme
10360 0 10360 occorrenze
Ordinamento delle voci: alfabetico punteggio
440) Dizion. 5° Ed. .
AZZIMATO.
Apri Voce completa

pag.909



1) id: 9548eb1b65274fa98eefb2aeedb6381d)
Esempio: Vinc. Tratt. Pitt. 203: E questi tali hanno sempre per loro consigliero lo specchio e il pettine, ed il vento è il loro capitale nimico, sconciatore degli azzimati capelli.
441) Dizion. 5° Ed. .
EVAPORAZIONE.
Apri Voce completa

pag.437



1) id: 895e328d0bcc4466863f4a213ab2d2cb)
Esempio: Vinc. Tratt. Pitt. 441: Quando mediante il calore del sole tali nuvoli si risolvono in aria, allora si genera contrario vento, creato dalla distrazione ed evaporazione del composto nuvolo.


2) id: c1f80bf812e942f399d11d9048ffc82a)
Esempio: Segn. B. Tratt. Anim. 79: Negli altri sensi elle (le immutazioni) si fanno.... con fumale evaporazione, com'avviene nell'odorato.
442) Dizion. 5° Ed. .
NIENTEDIMENO, che talora scrivesi anche disgiuntamente NIENTE DI MENO
Apri Voce completa

pag.146



1) id: 742bc09ac20548afab9cc4f4824797c9)
Esempio: Vinc. Tratt. Pitt. 51: La vista è delle più veloci operazioni che sieno, ed in un punto vede infinite forme; nientedimeno non comprende se non una cosa per volta.
443) Dizion. 5° Ed. .
DISTRUZIONE.
Apri Voce completa

pag.715



1) id: dff774392c4b417bbeacd712a0fbef8a)
Esempio: Vinc. Tratt. Pitt. 441: Quando mediante il calore del sole tali nuvoli si risolvono in aria, allora si genera contrario vento, creato dalla distruzione ed evaporazione del composto nuvolo.
444) Dizion. 5° Ed. .
BIANCHEGGIATO.
Apri Voce completa

pag.165



1) id: c0a0e32a8dd34269a059737c5d7786c1)
Esempio: Cennin. Tratt. Pitt. 40: Quando ritorni per volere adoperare del detto azzurro, pigliane quella quantità che ti bisogna; e se hai a lavorare vestiri biancheggiati, vuolsi un poco triare.


2) id: 248c74cc39764df492d3aebe39bc624b)
Esempio: E Cennin. Tratt. Pitt. 53: A lavorare un azzurro biancheggiato, togli quella ragione di tre vaselli, che t'ho insegnato, della incarnazione della cinabrese.
445) Dizion. 5° Ed. .
CASSETTINA
Apri Voce completa

pag.640



1) id: 9957156ffa2646a293e13b9658b997cd)
Esempio: Cennin. Tratt. Pitt. 24: E così lo tieni [il colore] sempre in molle, e ben coperto dalla polvere,.... cioè in una cassettina atta a tenere più vaselli di licori.
446) Dizion. 5° Ed. .
CALAMITA
Apri Voce completa

pag.370



1) id: c063e258e0684db0ac63fb04ffa80eb3)
Esempio: Vinc. Tratt. Pitt. 59: Essa sola (la pecunia) per sè si onora, e non colui che la possiede, il quale sempre si fa calamita d'invidia e cassa di latroni.
447) Dizion. 5° Ed. .
INGESSARE.
Apri Voce completa

pag.793



1) id: e1216a7623e04abc9efd338a1e92c3ed)
Esempio: Cennin. Tratt. Pitt. 4: Queste due parti (il disegno e il colorire) vogliono questo, cioè: sapere tritare, o ver macinare, incollare, impannare, ingessare,... mettere di bolo, mettere d'oro, ec.


2) id: f85600f7ca0d461db3b2888b06e200df)
Esempio: E Cennin. Tratt. Pitt. 72: E di questa colla voglio, che quando non hai colla di spicchi, che adoperi sol di questa per ingessare tavole o vero ancone.


3) id: 9fa7bcecdfd94916b25c765754125e58)
Esempio: E Vasar. Vit. Pitt. 1, Intr. 166: Queste (le tele da dipingere) a olio, perch'elle siano arrendevoli, se non hanno a stare ferme, non s'ingessano, attesochè il gesso vi crepa su arrotolandole.


4) id: 9ee34233fc2444c1a6e8808a92e49182)
Esempio: E Vasar. Vit. Pitt. 1, Intr. 172: Il che (il mettere l'oro in foglia sul legno) si fa in questa maniera. Ingessasi il legno con gesso sottilissimo, impastato colla colla piuttosto dolce che cruda, e vi si dà sopra grosso più mani, ec.


5) id: c1d5b1bd8acb4c64acdfb80f6de8d55c)
Esempio: Vasar. Vit. Pitt. Intr. 1, 161: Usavano.... questi maestri vecchi, dubitando che quelle (le tavole da dipingervi) non si aprissero in su le commettiture, mettere per tutto con la colla di carnicci tela lina, e poi sopra quella ingessavano per lavorarvi sopra.


6) id: a7290dd0bef842318fb58aef853a7373)
Esempio: Vasar. Vit. Pitt. Intr. 1, 164: Per mettere in opera questo lavoro, si fa così: quando vogliono cominciare, cioè ingessato che hanno le tavole o quadri, gli radono, e datovi di dolcissima colla quattro o cinque mani con una spugna, vanno poi macinando i colori con olio di noce ec.
448) Dizion. 5° Ed. .
INTERVENIRE.
Apri Voce completa

pag.1076



1) id: 1c0a3335b97b40eb8e583b4d5b3002c1)
Esempio: Vinc. Tratt. Pitt. 76: Quel pittore che avrà goffe mani le farà simili nelle sue opere, e così gl'interverrà in qualunque membro, se il lungo studio non glielo vieta.
449) Dizion. 5° Ed. .
INFRAMMESSO e INFRAMESSO.
Apri Voce completa

pag.750



1) id: 26d1d740f6ca42c6b6950fb25672fd90)
Esempio: Vinc. Tratt. Pitt. 304: Il panno [verde] non è trasparente com'è la foglia, e non ha aria alluminata inframessa infra le sue parti, come ha la verdura delle piante.
450) Dizion. 5° Ed. .
INCIDENTE.
Apri Voce completa

pag.450



1) id: 7da574da8ea04aa1999cfa2fa9bb72d1)
Esempio: Vinc. Tratt. Pitt. 104: I reflessi duplicati sono di maggior potenza che i reflessi semplici, e l'ombre, che s'interpongono infra il lume incidente ed essi reflessi, di poca oscurità.
451) Dizion. 5° Ed. .
LIVELLO
Apri Voce completa

pag.418



1) id: 167fb4ace8364805b6876b121ca9d3a4)
Esempio: Cennin. Tratt. Pitt. 44: Dalla man zanca metti il filo da battere, che dia propio in su tuttadue le crocette; e troverai il tuo filo essere piano a livello.
452) Dizion. 5° Ed. .
MUSICA.
Apri Voce completa

pag.683



1) id: 90598a6cf3dc4f65ae4055cef7a75da2)
Esempio: Vinc. Tratt. Pitt. 35: È l'abitazione sua (del pittore) piena di vaghe pitture, e pulita, ed accompagnata spesse volte di musiche, o lettori di varie e belle opere ec.


2) id: 83ce2a84a17e47cf9b7a2cd1ad9b4a6f)
Esempio: Vasar. Vit. Pitt. 12, 308: Si diede principio a una solennissima messa de' morti, con musiche e cerimonie d'ogni sorte.


3) id: 80579cc795ab4daf93bca064af8195a9)
Esempio: Vasar. Vit. Pitt. 3, 62: Si scorge il gonfiare della gola di chi canta, il battere delle mani di chi regge la musica ec.


4) id: 12c45ae0ad00444cbf6deeb936018920)
Esempio: Vasar. Vit. Pitt. 4, 146: Si finse amicissimo d'esso Domenico; il quale, perchè buona persona era ed amorevole, cantava di musica e si dilettava di sonare il liuto, lo ricevette volentieri in amicizia.


5) id: 1d0453b65ed1456baa139aeffcc7df5d)
Esempio: Vasar. Vit. Pitt. 3, 149: Nel cielo della volta, che è a crociere, fece in ogni angolo due angeli, che volando in aria e facendo musica con varj strumenti, pare che s'accordino e che quasi si senta dolcissima armonia.
453) Dizion. 5° Ed. .
INTERPORRE.
Apri Voce completa

pag.1057



1) id: ee5f490ff37d437782a98f18901d20ac)
Esempio: Vinc. Tratt. Pitt. 104: I riflessi duplicati sono di maggior potenza che i riflessi semplici, e l'ombre, che s'interpongono infra il lume incidente ed essi reflessi, di poca oscurità.


2) id: 68540b222f50472bbd45c6db05538dbc)
Esempio: Vasar. Vit. Pitt. 4, 61: La qual opera gli fece far papa Niccolò V, che aveva disegnato farne molte altre simili per tutta Roma; ma la morte vi s'interpose.
454) Dizion. 5° Ed. .
INTERPOSTO, ed anche INTERPOSITO.
Apri Voce completa

pag.1059



1) id: 00fcc4f329e94d9e85fce77689790a2d)
Esempio: Vinc. Tratt. Pitt. 4: La cosa veduta dall'occhio acquista tanto di grandezza e notizia e colore, quanto ella diminuisce lo spazio interposto infra essa e l'occhio che la vede.


2) id: 64cc02475ded443aadfc8142578e523c)
Esempio: E Vinc. Tratt. Pitt. 71: Se farai li corpi in campagna aperta, dipingi le figure non alluminate dal sole, ma fingi alcuna quantità di nebbia o nuvoli trasparenti essere interpositi infra l'obbietto ed il sole.


3) id: e75f32c84bf140df8d04ea85b68127ed)
Esempio: Panzier. Tratt. 59 t.: Per lo quale mezzo l'uomo si congiugne con Dio senza nulla interposita creatura.
455) Dizion. 5° Ed. .
FINESTRETTA.
Apri Voce completa

pag.132



1) id: a006340490fd48c0b6ee318b879fb2ff)
Esempio: Cennin. Tratt. Pitt. 116: Fa' che 'l lume di due finestre sia dal lato del disegnato, e da quel che hai a disegnare batta un lume d'una piccola finestretta.
456) Dizion. 5° Ed. .
FRONTESPIZIO, e anche FRONTISPIZIO
Apri Voce completa

pag.540



1) id: d63a1ae68755445891af51e7e0bf8071)
Esempio: Cennin. Tratt. Pitt. 60: Lavorrai quelle cornicette [de' casamenti] con gran piacere e diletto; e per lo simile, base, colonne, capitelli, frontispizj, fioroni, civorj, e tutta l'arte della mazzonaria.


2) id: c71a38a0fae04717980e456f77102a13)
Esempio: E Vasar. Vit. Pitt. 6, 89: Fece a fresco in un frontespizio d'una porta una Nostra Donna.


3) id: 1c99d7c7cb164c3ba0c72b400c195dc1)
Esempio: Vasar. Vit. Pitt. 3, 147: Fece oltre ciò nella volta ed in alcuni frontespizj di fuori, alcune storie a fresco bellissime.


4) id: f53610d90dd94f268e9bcfe3f2220aea)
Esempio: Vasar. Vit. Pitt. 1, 251: Non potendo fare sotto 'l tetto le volte per lo troppo gran spazio, fece fare archi da pilastro a pilastro, e sopra a quelli i tetti a frontespizio per mandar via l'acque piovane con docce di pietra murata sopra detti archi, dando loro tanto pendío, che fussero sicuri, come sono, i tetti dal pericolo dell'infracidare.
457) Dizion. 5° Ed. .
FILUZZO.
Apri Voce completa

pag.116



1) id: 94dc128ead944a4389ff0eb43aabf20f)
Esempio: Cennin. Tratt. Pitt. 65: Poi va' tagliando con coltellino bene aguzzato nella punta, e con riga taglia le filuzza [di stagno] di quella larghezza che vuoi fare i fregj.
458) Dizion. 5° Ed. .
INVERNICIARE.
Apri Voce completa

pag.1169



1) id: 8278c1fdf173457fa451d98a930a183b)
Esempio: Vinc. Tratt. Pitt. 124: Il verde fatto dal rame, ancorchè tal color sia messo a olio, se ne va in fumo la sua bellezza, s'egli non è subito inverniciato.
459) Dizion. 5° Ed. .
DIROZZARE.
Apri Voce completa

pag.452



1) id: f5136fd85710427aa9e5c441874ffcb2)
Esempio: Cennin. Tratt. Pitt. 43: Questo tale pennello si vuole dirozzarlo a imbiancare muri, a bagnare muri dove hai a smaltare; e dirozzalo tanto, che le dette setole divegnano morbidissime.


2) id: b0313f6cb82845a58381933b64fc76f0)
Esempio: Albertan. Tratt. volg. 51: Chi perdona alla verga, ha in odio lo suo figliuolo; ma chi l'ama, in fretta lo dirozza e gastiga.