Lessicografia della Crusca in rete

Query: +None - Tempo di Ricerca: 551 msec - Sono state trovate 5118 voci

La ricerca è stata rilevata in 15478 forme, per un totale di 10360 occorrenze

5° Edizione
Diz Giu. totali
15478 0 15478 forme
10360 0 10360 occorrenze
Ordinamento delle voci: alfabetico punteggio
400) Dizion. 5° Ed. .
CANCELLARE.
Apri Voce completa

pag.457



1) id: a25a48ac186e48f3baf1c6f5f62c3efc)
Esempio: Dat. Vit. Pitt. 40: Io m'indurrei piuttosto a correggere che a cancellare.
401) Dizion. 5° Ed. .
CALZARE
Apri Voce completa

pag.413



1) id: a0759413d6e04f5e82457036029fc4e8)
Esempio: Dat. Vit. Pitt. 48: Stringevasi le fibbie de' calzari con auree allacciature.
402) Dizion. 5° Ed. .
CASTONE
Apri Voce completa

pag.653



1) id: 7ac65efcc8c9483983321b227e60c20d)
Esempio: Vasar. Vit. Pitt. 13, 184: Legò gioie ed adornò di castoni maravigliosi.
403) Dizion. 5° Ed. .
MAOMETTISMO
Apri Voce completa

pag.912



1) id: 8fc3ede37bc340bfac1d9854b62a7c96)
Esempio: Dat. Vit. Pitt. 138: Il magismo era una religione come il maomettismo.
404) Dizion. 5° Ed. .
METTILORO, ed anche METTIDORO
Apri Voce completa

pag.210



1) id: 92f237e526d348c3add06554609f3b8a)
Esempio: Vasar. Vit. Pitt. 9, 112: Si accompagnò con Mariotto di Francesco mettidoro.


2) id: 260d9e7f7f3a4721bfdf9bd3f3c7c320)
Esempio: E Vasar. Vit. Pitt. appr.: Il quale avea anche messo Raffaello di Biagio mettidoro in compagnia loro.
405) Dizion. 5° Ed. .
IMBROGLIONE.
Apri Voce completa

pag.103



1) id: a8763c9e22a2420b9112b7e91d785c44)
Esempio: Salvin. Perf. Pitt. trad. 19: Mercurio, il più imbroglione di tutti gl'iddii.
406) Dizion. 5° Ed. .
DISCACCIATO.
Apri Voce completa

pag.479



1) id: 24b33f028a314ad0a3dc7ad1ab2c543e)
Esempio: Lanz. Stor. Pitt. 4, 162: Discacciati ancora i Longobardi d'Italia, continuò ec.
407) Dizion. 5° Ed. .
GRATTARE.
Apri Voce completa

pag.536



1) id: 243673060c0a4a22abb8d99d8d3ca3e8)
Esempio: Cennin. Tratt. Pitt. 4: Queste due parti (il disegno e il colorire) vogliono questo, cioè: sapere tritare, o ver macinare,... temperare, campeggiare, spolverare, grattare, granare o vero camusciare.


2) id: 6b07b556159f45a185ba4023fcd5d1c9)
Esempio: E Cennin. Tratt. Pitt. 94: Avendo spolverizzato il tuo drappo, abbi uno stiletto di scopa, o di legno forte, o d'osso; punzio, come stile proprio da disegnare, dall'un de' lati; dall'altro, pianetto da grattare.... E coll'altro lato dello stile va' grattando, e gittandone giù il colore bellamente, che non vadi sfregando l'oro. E gratta qual tu vuoi.
408) Dizion. 5° Ed. .
FRASCA.
Apri Voce completa

pag.451



1) id: 9fcab0fc823044eab7037e6e3f12b688)
Esempio: Vinc. Tratt. Pitt. 428: Farai infra le piante, che sono negli argini delle strade, le sue ombre solari tutte discontinuate, a similitudine delle poste delle frasche onde derivano.


2) id: 790eba60740e4125a64b1657ec53d155)
Esempio: Vasar. Vit. Pitt. 1, 6: Il quale [Satiro] standosi nascosto fra certe frasche, si rallegrava e godeva in guardare le Grazie e Venere ignude.


3) id: 7db7f93dcea44baea4597266701bde58)
Esempio: Martin. F. Tratt. Archit. 188: La sera si copra la fossa di tavole, frasche, paglia e terra, lasciando un piccolo pertugio per il quale possa il fumo e vapore del lume esalare.


4) id: ac90d5e19d144da29a980c71148d5201)
Esempio: Pitt. I. Vit. Giacom. 172: Io feci domandare per Antonio da San Gallo a' ministri di Vostre Signorie il padiglione, per potere stare al coperto: e li fu risposto, che io alloggiassi alla frasca.


5) id: a892b6c3ff9d4cbb94a2063f0c1579ed)
Esempio: E Soder. Tratt. Arb. 41: Piantano alcuni intorno al circuito delle lor possessioni o pini o cipressi o abeti o olmi; e questi sono i più utili per la frasca che sene coglie per i bestiami.
409) Dizion. 5° Ed. .
COMMETTERE.
Apri Voce completa

pag.213



1) id: 15a000f9cf50410fb5c8c3f8114cb1ec)
Esempio: Cennin. Tratt. Pitt. 48: Fa' che col tuo pennello non eschi di suo luogo ad ogni condizione d'incarnazione, se non con bella arte commettere gentilmente l'una con l'altra.


2) id: 5518b9e41b894bae9d0d7793104ded29)
Esempio: Vinc. Tratt. Pitt. 145: Se tal giuntura fosse piegabile e voltabile, come l'osso dell'adiutorio che si commette nella spalla.
410) Dizion. 5° Ed. .
ACCENNATO.
Apri Voce completa

pag.93



1) id: a9dff8e1e7fc48b28a3b5e0be0bf95d8)
Esempio: Vinc. Tratt. Pitt. 170: Adunque tu, pittore, farai le picciole figure solamente accennate e non finite; e se altrimenti farai, sarà contra gli effetti della natura tua maestra.
411) Dizion. 5° Ed. .
FASCIO.
Apri Voce completa

pag.631



1) id: ef0a9864d9e4416ba512ede525d4304f)
Esempio: Vinc. Tratt. Pitt. 53: Andando tu [pittore] per campagne,... riguarda or questa cosa or quella, facendo un fascio di varie cose elette e scolte infra le men buone.
412) Dizion. 5° Ed. .
GRAVITÀ, GRAVITADE e GRAVITATE.
Apri Voce completa

pag.556



1) id: 173da821c476470eb0ebc9a01a7a4309)
Esempio: Vinc. Tratt. Pitt. 162: I moti di un re, od altra degnità, debbono essere di maggiore gravità, e reverenza, che quelli di un facchino, od altro vil uomo.


2) id: 0e73cb2e79254923a641977748dbb052)
Esempio: Lanz. Stor. pitt. 5, 13: Quindi nemmen qui si nomini Giotto; nella cui scuola, per timore di non esorbitare, domina certa gravità e posatezza (anzi freddezza alcune volte), che ec.
413) Dizion. 5° Ed. .
NOTOMIA.
Apri Voce completa

pag.237



1) id: 1dbde1ff6544410a84b84ec3d49dc553)
Esempio: Vinc. Tratt. Pitt. 178: Necessaria cosa è al pittore per essere buono membrificatore nelle attitudini e gesti, che fare si possono per li nudi, di sapere la notomia.


2) id: 4970134fa4ad4eaeba73668e89d38e11)
Esempio: Vasar. Vit. Pitt. 5, 98: Scorticò molti uomini per vedere la notomia lor sotto.


3) id: 6b459c4e500e472da14a7f1637080c28)
Esempio: E Vasar. Vit. Pitt. 13, 166: Fece Cristo ignudo con la croce, ed intorno a lui molti santi, fra i quali è un san Bartolomeo scorticato, che pare una vera notomia ed un uomo scorticato daddovero, così è naturale ed imitato da una notomia con diligenza.


4) id: 86987ff7788e461b884e83bdfbaac6fe)
Esempio: Vasar. Vit. Pitt. 3, 247: Vedesi nel medesimo tempio,... di mano di Donato, una santa Maria Maddalena, di legno, in penitenza, molto bella e molto ben fatta, essendo consumata dai digiuni e dall'astinenza; in tanto che pare in tutte le parti una perfezione di notomia, benissimo intesa per tutto.
414) Dizion. 5° Ed. .
CIVORIO.
Apri Voce completa

pag.92



1) id: 84526a5c59c3493ab9632ebde1911d28)
Esempio: Cennin. Tratt. Pitt. 60: Lavorrai (lavorerai) quelle cornicette con gran piacere e diletto; e per lo simile, base, colonne, capitelli, frontispizj, fioroni, civorj, e tutta l'arte della mazzonaria.


2) id: 1971c1d34b6447678e48a2100d437c1b)
Esempio: E Cennin. Tratt. Pitt. 74: Da' di questa colla su per la tua ancona, e sopra fogliami, civorj, o colonnelli, o ciò che lavoro fusse che abbia a ingessare.
415) Dizion. 5° Ed. .
NUVOLETTO, e anche NUGOLETTO.
Apri Voce completa

pag.317



1) id: f0e83764b0e94c8d90c0cf2cc4d493a4)
Esempio: Vinc. Tratt. Pitt. 95: Se farai cavalli correnti fuori della turba, fai gli nuvoletti di polvere distanti l'uno dall'altro, quanto può esser l'intervallo de' salti fatti dal cavallo.
416) Dizion. 5° Ed. .
CIRCUIZIONE.
Apri Voce completa

pag.69



1) id: 584aefef33c14e7a9f4f81e0646cac1a)
Esempio: Vinc. Tratt. Pitt. 263: Li panni che vestono le figure debbono mostrare di essere abitati da esse figure. Con breve circuizione mostrare l'attitudine e moto di tale figura.
417) Dizion. 5° Ed. .
ORO.
Apri Voce completa

pag.690



1) id: 83b013187ec5445383659e54460ee3f9)
Esempio: Cennin. Tratt. Pitt. 104: Togli le pinzette, taglia un mezzo pezzo d'oro fino, o d'oro di metà, o d'ariento (benchè non durano), e mettilo sopra il detto mordente.


2) id: 9acd10aa5732452187f69ffc1e62cf16)
Esempio: Cennin. Tratt. Pitt. 24: Ogni color magro è migliore che il grasso; salvo che in mettere d'oro, bolio, o verdeterra.


3) id: 0e0833e1708347b791ca9ea50b615449)
Esempio: E Cennin. Tratt. Pitt. 95: Se vuoi fare drappi d'ariento, quella medesima ragione e condizione si vuole avere a mettere d'ariento che mettere d'oro.


4) id: 06096e45a84d4f62b5b2fd0f85bf3bd8)
Esempio: E Vasar. Vit. Pitt. 5, 84: Cominciarono a mettere d'oro il palco.


5) id: f327fe298e2944848e6aa65d8c5fe2c4)
Esempio: E Cennin. Tratt. Pitt. 33: Medesimamente puoi mettere d'oro con questo verdeterra. E sappi che gli antichi non usavano di mettere d'oro in tavola altro che con questo verde.


6) id: e4b1feb4ba784130880005f3299be2a2)
Esempio: Vasar. Vit. Pitt. Intr. 1, 172: Del modo del mettere d'oro a bolo ed a mordente, ed altri modi.


7) id: 58a340f5d2274410891036727a7f5445)
Esempio: E Vasar. Vit. Pitt. 2, 194: Fece un altro ornamento, che riuscì molto bello; che poi da Gabriello Saracini fu messo d'oro ogni cosa.


8) id: e4abbb068b6341f4940a5f3bbd640ff8)
ERROR CONTESTO NOT FOUND for id: e4abbb068b6341f4940a5f3bbd640ff8


9) id: ec185f3d428244588674da8a5abe9b52)
Esempio: Vasar. Vit. Pitt. Intr. 1, 184: Il niello.... fu trovato dagli orefici sino al tempo degli antichi, essendosi veduti cavi co' ferri ripieni di mistura negli ori ed argenti loro.


10) id: 3a862e5d8dfa4dd0803d48e600973683)
Esempio: Targ. Tratt. Fior. 250: Ciò fu l'ordinare ad istanza e per consiglio de i primarj mercanti, che da indi in poi nella nostra zecca si battesse moneta d'oro di ventiquattro carati, o vogliamo dire fino e senza aggiunta di lega.


11) id: d3606ad1b7174387b95616588308923a)
Esempio: Targ. Tratt. Fior. 256: Oltre alle replicate proibizioni a i mercanti fiorentini di portare i loro ori a coniare in altre zecche che in quella di Firenze, nel 1320 fu fatta una severa legge contro i falsatori delle monete ec.
418) Dizion. 5° Ed. .
COLARE.
Apri Voce completa

pag.134



1) id: 8a9523abf3474a32aec8905218a96c92)
Esempio: Cennin. Tratt. Pitt. 74: Tastala [la colla] colle palme delle mani, e quando senti che l'una palma si appicca coll'altra, allora è buona. Colala due o tre volte.


2) id: 3f3805e4a8524acd87ac82e48a882024)
Esempio: Vasar. Vit. Pitt. Intr. 1, 125: L'acqua piove per le colature di questi tartari, e colando fa dolcezza nell'udire, e bellezza nel vedere.
419) Dizion. 5° Ed. .
COLORE.
Apri Voce completa

pag.163



1) id: 9360b377db04405e96b2427dba0481f4)
Esempio: Vinc. Tratt. Pitt. 333: Tu, pittore, che vuoi ritrarre, tingi alquanto la pariete del tuo studio di bianco misto con nero, perchè bianco e nero non è colore.


2) id: d204aa971a9344a189eee2d939eb1fbc)
Esempio: Cennin. Tratt. Pitt. 31: E sì mi do a intendere, che questo colore sia propia prieta, nata in luogo di grandi arsure di montagne; però ti dico sia color artificiato, ma non di archimia.


3) id: 6e91becb73d24204ad46b0481aa34fb7)
Esempio: Tratt. Color. Rett. 13: In ciascuna di queste parti si richiede eloquenzia, cioè pulito parlare, il quale principalmente si dimostra ne' colori.


4) id: d170a794f2f142e88dad90f136833924)
Esempio: Vasar. Vit. Pitt. 2, 53: Questo animale [il bertuccione], stando alcuna volta sul palco a vedere lavorare Buonamico, aveva posto mente a ogni cosa, nè levatogli mai gli occhi da dosso quando mescolava i colori.